Decorare la tavola in autunno

Home » Home, News » Decorare la tavola in autunno
la tavola autunnale

Sembra ieri : eravamo in spiaggia, sotto al tepore del sole…una bibita ghiacciata per rinfrescarci.. e invece eccoci, già qui…di nuovo in città, al lavoro e, soprattutto, in pieno autunno! Ma nessun rimpianto, perché è arrivata la stagione più avvolgente dell’anno. L’autunno ha un fascino malinconico che solo i veri intenditori possono cogliere. È la stagione dei plaid, delle coccole, delle bevande calde quando fuori piove. Ed è la stagione del foliage, il momento dell’anno in cui le foglie degli alberi si colorano di mille sfumature di giallo, arancio, rosso e marrone. In alcune regioni italiane, d’Europa e negli Stati Uniti addirittura i tour operator organizzano veri e propri tour per assistere a questo spettacolo della natura.

 

Per celebrare questo scenografico cambiamento, ecco a voi qualche spunto per decorare la vostra tavola in autunno, la vostra casa o il vostro evento in autunno.

Partiamo naturalmente dai fiori: è un luogo comune da sfatare quello che vuole l’autunno e l’inverno poveri di fioriture interessanti. Tutt’altro! In autunno troviamo tanti fiori meravigliosi che magari non avranno i colori accesi delle fioriture estive o quelli pastello e delicati di quelle primaverili ma sono altrettanto affascinanti.

Per richiamarci appunto ai colori della stagione potremmo iniziare da calle arancioni o bordeaux. Nelle stesse nuance troviamo le dalie, da mescolare anche con quelle rosa tenue o con la protea, sempre in rosa, per smorzare un po’ i toni.

Proseguiamo con la strelitzia e tutte le infinite varietà di rose dai colori autunnali. Ma anche le ortensie esistono in colori più spenti e adatti a questi mesi. Una bellissima idea sarebbe anche quella di far essiccare quelle estive chiudendole in dei sacchetti e appendendole capovolte.

Alle nostre composizioni sarà bello aggiungere delle uscite di amaranto. Sarà perfetto in entrambi i colori: verde e vinaccia.

Un fiore molto particolare e tipico di questo periodo è, infine, il fiore dell’alchechengi. La pianta di alchechengi è un piccolo cespuglio con foglie verdi e fiori a calice rovesciato di color arancio che dentro racchiudono un frutto a forma di pallina. Sicuramente lo avrete visto in qualche ristorante come decorazione di un dessert, perché l’alchechengi si usa anche in cucina come decorazione. Il fiore invece, per il suo particolare colore arancione, è adattassimo in questo periodo dell’anno. Gli inglesi lo chiamano anche Chinese lantern, perché la forma dei fiori ricorda un po’ le lanterne cinesi, o Winter Cherry, ciliegia invernale.

 

 

Abbiamo poi le bacche, da inserire in composizioni floreali dal sapore autunnale: su tutte il Sinphoricarpo, sia nella versione bianca che in quella rosa, e l’iperico dal colore rosso o miele. Con le bacche si possono creare scenografie bellissime con pochi elementi, provate ad esempio ad adagiare qualche ramo di bacche di rosa canina su una alzatina in rame o in ottone…qualche piccola candela alla base…ed avrete la tavola più romantica che potete immaginare!

Ma perché non servirsi, per le nostre decorazioni, anche di materiali più inusuali? Essi possono andare dalle più comuni zucche ornamentali alla corteccia, ai ricci, passando per foglie secche e, volendo, alimenti. Si potrebbe pensare a un centrotavola semi-edibile, realizzato mettendo insieme fiori accostati a pane, formaggi, melograni e castagne, mele sia rosse che verdi, uva, cachi, carciofi e pere. Il risultato sarà sorprendente e ricorderà quello delle nature morte dei più grandi pittori.

Semplicissima anche l’idea delle spighe di grano, da usare magari legate a mazzetti con della semplice corda o della lana arancione, come centrotavola. O ancora, candele sistemate in un portacandele o nel comune barattolo della conserva riempiti con ghiande, mais, nocciole e altra frutta secca. Sempre d’effetto i ceri rivestiti di foglie e le composizioni floreali con una zucca come base, realizzate semplicemente fissando sulla zucca, con del tape da fioristi, una spugnetta idro in cui andremo man mano a inserire i fiori selezionati.

 

 

E anche le pannocchie possono diventare un validissimo elemento per la decorazione autunnale. Esiste addirittura una varietà di mais ornamentale che produce pannocchie con grani non gialli, come siamo abituati a vederle, ma di diversi colori e sfumature che vanno dall’arancio al marrone fino ad arrivare al nero/bluastro. Se volete piantare questa varietà nel vostro orto, giardino o balcone il momento giusto per farlo è Aprile.

Infine l’autunno è anche la stagione di Halloween, festa tipicamente americana che da qualche anno abbiamo importato anche in Italia e che cade a fine Ottobre. Per realizzare una decorazione floreale per una tavola o per il buffet di un Halloween party per i vostri bambini restano validi tutti i fiori suggeriti sin qui, aggiungendo magari qualche delicato tocco di viola.  Le vostre composizione potranno essere realizzate, per esempio, nei cappelli da strega e sospese con del filo da pesca. Per la tavola invece total black, con rose scure come segnaposto e tante bottiglie usate come porta candele. Fateci colare della cera nei giorni precedenti e avranno un aspetto ancora più “inquietante”.

Archiviamo per qualche mese il costume da bagno, indossiamo un golfino più pesante, e godiamoci questo caldo, avvolgente meravigliosamente romantico Autunno!

Altre idee ed ispirazioni sulla tavola potete trovarle un po’ in tutti i nostri articoli…avete solo l’imbarazzo della scelta! Buon divertimento!

(pic by pinterest, grazie alla ricerca del mio instancabile team!)